Il gatto sbava tanto: cause e rimedi alla scialorrea

Perché il gatto sbava maggiormente in alcune occasioni? Anche se un fenomeno meno frequente che nei cani, la scialorrea (eccessiva salivazione) può avere diverse cause ed essere sintomo di disturbi anche gravi nel gatto.

Il ruolo della saliva per la digestione del gatto

Prodotta in quantitativi normali, la saliva, aiuta il gatto nella masticazione e permette una facile ingestione degli alimenti, supportando l’esofago nel transito del bolo fino allo stomaco.

La saliva ha un importante ruolo nella termoregolazione corpora dei felini in quanto è in grado di modularsi per il mantenimento delle mucosa ad una temperatura ottimale.

Quando abbiamo un gatto che schiuma, o che sbava tanto, ci troviamo davanti ad un caso di ipersalivazione.

L’ipersalivazione o salivazione eccessiva nel gatto

Possono esserci diverse cause alla base di questo fenomeno. La salivazione eccessiva può essere provocata da:

  • STRESS
  • PAURA
  • FELICITÀ
  • DURANTE IL SONNO
  • MALATTIE
Esempio di gatto che sbava
Esempio di gatto che sbava

L’aumento della salivazione è tipico dei gattini o dei gatti che amano ricevere coccole, che si sentono protetti durante il sonno o che sono deliziati nel fare il pane su di noi. In questo caso lo sbavamento non è copioso e si tratta di una reazione dovute al rilascio di endorfine. Sono associati a questo stato: il gatto che fa la pasta su di noi, fusa, miagolii, movimenti della coda rilassati.

Nel caso delle emozioni negative o dello stress, all’aumento della salivazione del gatto si aggiungeranno altri segnali di disagio: soffiamenti, inarcamento della schiena, rigidità, nervosismo, ringhi, tremori.

Malattie che fanno sbavare il gatto: quando preoccuparsi

Ci possono diverse cause patologie dell’aumento della salivazione nel gatto. Quelle più diffuse sono:

  • CORPI ESTRANI IN GOLA
  • ASSUNZIONE DI PIANTE, INSETTI O ALTRE SOSTANZE IRRITANTI E TOSSICHE
  • NEOPLASIE E TUMORI DEL CAVO ORALE
  • GENGIVITI O STOMATITI
  • INAPPETENZA PROLUNGATA
  • PATOLOGIE CARDIACHE

Bisogna fare particolarmente attenzione quando la bava del gatto presenta sangue o ha odore quasi chimico. In questi casi può trattarsi di infiammazioni, infezioni o reflussi gastrici. Oltre all’alitosi, si segnalerà anche inappetenza (causata dal dolore al cavo orale o allo stomaco).

Bisogna rivolgersi immediatamente al veterinario quando l’aumento della salivazione è associato a vomito e diarrea. Se, aprendo la bocca del micio, notiamo ustioni, lesioni o gonfiori su lingua e palato, quasi certamente si tratta di ingestione di sostanze velenose o corrosive.

Se il gatto comincia a sbavare molto, un controllo dal medico veterinario aiuterà a chiarire le cause di questo disturbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *