Insufficienza renale o malattia renale cronica: la dieta per il gatto

I reni sono tra gli organi fondamentali del gatto. Hanno molti compiti tra cui:

  • regolare le pressione sanguigna
  • produrre ormoni essenziali
  • rimuovere le tossine e le impurità dal flusso sanguigno

La malattia renale, o insufficienza renale, mina l’intero organismo del gatto. Se i reni non filtrano più il sangue, tossine ed impurità circoleranno negli organi, rallentando o compromettendo la loro funzione.

Si dice insufficienza renale cronica nel gatto, quando si ha raggiunto lo stadio terminale.

Come funzionano i reni del gatto e quando subentra la malattia renale

I reni sono composti dai nefroni, unità cellulari dedite al filtraggio del sangue. Intossicazioni, traumi o malattie possono ledere in maniera permanente la funzionalità dei nefroni. Lo stato d’avanzamento della malattia renale viene calcolato proprio in base alla percentuale di funzionamento dei nefroni, in abbinamento alla tossicità del sangue. Lievi danneggiamenti a questo tessuto possono essere trattati con diete, alimenti o integratori appositi e garantire una qualità di vita ottimale al gatto.

L’insufficienza renale acuta può subentrare nel giro di qualche giorno, settimana o mese. Le cause sono spesso:

  • AVVELENAMENTO: antigelo, piante tossiche, pesticidi, detergenti e farmaci possono compromettere la funzionalità dei reni del gatto. Si riscontrano casi di avvelenamento per somministrazione di farmaci umani (come l’ibuprofene) altamente tossici e in dosi massicce anche mortali. I farmaci per animali sono calibrati per le loro esigenze e il loro organismo NON BISOGNA MAI DARE AL GATTO FARMACI AD USO UMANO.
  • TRAUMI: cadute dall’alto, investimenti, schiacciamenti, possono scatenare la perdita di nefroni. Il bacino rotto o lo scoppio della vescica danneggiano (quasi sempre) irreparabilmente i reni del gatto.
  • SHOCK EMATICO o TERMICO : una forte emorragia, dovuta a un’operazione, ad un taglio profondo, ad un incidente, sollecitano la capacità di filtraggio dei nefroni che possono andare in sofferenza. Anche la disidratazione gioca un ruolo importate quando parliamo di reni: vomito e diarrea causano perdita di liquidi che vanno prontamente reintrodotti per aumentare la dissoluzione delle sostanze tossiche in circolo.
  • INFEZIONI RENALI: da virus, batteri o parassiti
  • BLOCCO RENALE: ostruzione dei condotti renali (calcoli renali)
  • INSUFFICIENZA CARDIACA: scompensi cardiaci abbattono la pressione sanguigna e riducono gli apporti di sangue a reni

Insufficienza renale acuta: le cause

Quando il funzionamento dei nefroni ha raggiunto il minimo, le sostanze dannose non vengono più filtrate ed eliminate con l’urina, causando un’aumento della tossicità del sangue e l’avvelenamento dell’organismo.

La malattia renale nel gatto causa nausea, vomito, affaticamento e mantello opaco

Come viene diagnosticata l’insufficienza renale nel gatto

Abbiamo visto come i reni siano un organo fondamentale per il gatto. Diagnosticare prontamente un’insufficienza renale acuta può invertire l’andamento degenerativo. Dato che i nefroni non sono sostituibili, una volta subentrata una patologia renale con perdita di tessuto, non sarà possibile riacquistarli.

La malattia renale è più comune nei gatti anziani con 7 anni o più.

11 segnali da non sottovalutare dell’insufficienza renale del gatto

  • Aumento della minzione: un gatto che fa molta pipì non è da ignorare. Anche se può sembrare un segno positivo dell’operato dei reni, è l’esatto opposto. Significa che i nefroni non sono più in grado di trattenere l’acqua all’interno dell’organismo e questo aumenta la disidratazione.
  • Aumento della sete: come l’aumento del volume delle urine, anche la sete è un campanello d’allarme. Non trattenendo i liquidi, il gatto sente la necessità di bere di più.
  • Infezioni batteriche di vescica e reni: infezioni batteriche come le cistiti, tendono a manifestarsi con maggior frequenza quando l’operato dei reni è compromesso. Diminuendo la quantità d’acqua filtrata, si ha un ristagno maggiore di batteri ed il rischio di infiammazioni diffuse.
  • Perdita di peso: sono compresi nausea (il gatto ha conati o si lecca le labbra in presenza di cibo), alito cattivo simile all’ammoniaca, anoressia
  • Vomito, diarrea, urine con sangue
  • Lingua bruna o violacea
  • Mantello rovinato, secco ed ispido
  • Debolezza e indifferenza

Diagnosi e cure per l’insufficienza renale del gatto

La diagnosi viene fatta dal veterinario di fiducia dopo analisi di sangue ed urine. In alcuni casi, i raggi X e l’ecografia possono evidenziare deformazioni dei reni o possibili tumori associati.

I trattamenti per gatti con insufficienza renale vanno dall’intervento chirurgico per la rimozione di eventuali blocchi (calcoli renali) alla somministrazione di farmaci e diete specifiche.

Per conoscere i MIGLIORI PRODOTTI PER TRATTARE IL GATTO CON PROBLEMI RENALI, leggi il nostro editoriale QUI

Una risposta a “Insufficienza renale o malattia renale cronica: la dieta per il gatto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *